Che fatica essere uomini (e sopportarli!)

12,00

Premessa (non ce l’ho con gli uomini). Questo solo per dire che il mondo maschile ha le sue pecche, anche se i suoi rappresentanti non sono poi sempre tanto male. Scrivo questo romanzo solo per mettere i cosiddetti puntini sulle ‘i’, doppi sulle ‘o’ già che ci siamo, in modo che la mia esclamazione, in risposta agli inevitabili commenti maschili che pioveranno, sia più efficace.

Un aiuto a sottolineare le differenti tipologie l’ho trovato delle canzoni di Max Pezzali / 883. Spero apprezzerete la scelta.

Vorrei anche aggiungere che in una prossima eventuale vita l’ho già detto: “vorrei nascere uomo”. Perché essere donna, detto tra noi, è un po’ una fregatura.

Comunque, nei rapporti sentimentali, la donna cerca fondamentalmente un uomo ‘di sostanza’. Oddio, a volte qualcuna preferisce quello ‘di sostanze’, possibilmente molte e ostentate. Ma non divaghiamo. Ne conosco veramente poche e non meritano gran menzione.

L’uomo invece, in generale, preferisce la donna ‘gnocca’. Volendo anche bella dentro, ma soprattutto fuori. La testa tendenzialmente non è così indispensabile.

Poi magari hanno al proprio fianco compagne non rientranti nei canoni estetici classici che però semplificano loro non poco la vita. È solamente l’occhio maschile che, indipendentemente dalla volontà e dal sistema nervoso centrale, continuerà a guardarsi intorno apprezzando la beltà femminile, in tutte le sue curve. Giusto uno sguardo, un sorrisino idiota, due battute demenziali, un filino di bava all’angolo della bocca.

Ad ogni modo, senza esagerare nei preamboli, un consiglio a voi uomini; guardatevi un po’ in queste categorie, potreste riconoscervi, non si sa mai. Ma non prendetevela, per carità!

Fondamentalmente noi donne vi vogliamo bene così come siete, con tutto il bagaglio di caratteristiche che vi contraddistinguono e consapevoli che essere uomini sia, in fondo, anche una bella fatica.

AL MOMENTO NON DISPONIBILE IN LIBRERIA RIBELLE, COMPRALO SU AMAZON

AMAZON

 

Autrice: Anita Cainelli
COD: ‎9788833668529 Categorie: , ,

Descrizione

Premessa (non ce l’ho con gli uomini). Questo solo per dire che il mondo maschile ha le sue pecche, anche se i suoi rappresentanti non sono poi sempre tanto male. Scrivo questo romanzo solo per mettere i cosiddetti puntini sulle ‘i’, doppi sulle ‘o’ già che ci siamo, in modo che la mia esclamazione, in risposta agli inevitabili commenti maschili che pioveranno, sia più efficace.

Un aiuto a sottolineare le differenti tipologie l’ho trovato delle canzoni di Max Pezzali / 883. Spero apprezzerete la scelta.

Vorrei anche aggiungere che in una prossima eventuale vita l’ho già detto: “vorrei nascere uomo”. Perché essere donna, detto tra noi, è un po’ una fregatura.

Comunque, nei rapporti sentimentali, la donna cerca fondamentalmente un uomo ‘di sostanza’. Oddio, a volte qualcuna preferisce quello ‘di sostanze’, possibilmente molte e ostentate. Ma non divaghiamo. Ne conosco veramente poche e non meritano gran menzione.

L’uomo invece, in generale, preferisce la donna ‘gnocca’. Volendo anche bella dentro, ma soprattutto fuori. La testa tendenzialmente non è così indispensabile.

Poi magari hanno al proprio fianco compagne non rientranti nei canoni estetici classici che però semplificano loro non poco la vita. È solamente l’occhio maschile che, indipendentemente dalla volontà e dal sistema nervoso centrale, continuerà a guardarsi intorno apprezzando la beltà femminile, in tutte le sue curve. Giusto uno sguardo, un sorrisino idiota, due battute demenziali, un filino di bava all’angolo della bocca.

Ad ogni modo, senza esagerare nei preamboli, un consiglio a voi uomini; guardatevi un po’ in queste categorie, potreste riconoscervi, non si sa mai. Ma non prendetevela, per carità!

Fondamentalmente noi donne vi vogliamo bene così come siete, con tutto il bagaglio di caratteristiche che vi contraddistinguono e consapevoli che essere uomini sia, in fondo, anche una bella fatica.