Giulia in fuga da sé stessa – Cercandosi trovò la verità perduta

15,50

Questa è la storia di una ragazza triste, e molto intelligente. Riuscì a laurearsi in farmacologia con il massimo dei voti, suonava divinamente il pianoforte, ma qualcosa dentro di lei la rendeva infelice, nonostante avesse una vita comoda e agiata. Figlia di due avvocati, viveva in una splendida villa e ogni suo desiderio era sempre stato un ordine. Nessuno comprendeva il motivo di quella tristezza che da sempre contraddistingueva quella bellissima ragazza dagli occhi blu. Non aveva amici e neanche un amore, viveva in solitudine dentro la sua casa, l’unica amica era la musica classica che la faceva sognare, i suoi libri e il computer. Dietro quello schermo era una persona diversa, la persona che voleva essere e che non era. Riusciva a sorridere solo davanti allo specchio, la sua immagine riflessa la faceva stare bene, questo faceva impensierire la sua famiglia che comunque non criticò mai le sue scelte di vita, nemmeno quando dopo la laurea decise di andare a vivere da sola, trovarsi un lavoro e rendersi autonoma.

 

AMAZON

 

Autrice: Orietta Bosch
COD: ‎9788833873060 Categorie: , ,

Descrizione

Questa è la storia di una ragazza triste, e molto intelligente. Riuscì a laurearsi in farmacologia con il massimo dei voti, suonava divinamente il pianoforte, ma qualcosa dentro di lei la rendeva infelice, nonostante avesse una vita comoda e agiata. Figlia di due avvocati, viveva in una splendida villa e ogni suo desiderio era sempre stato un ordine. Nessuno comprendeva il motivo di quella tristezza che da sempre contraddistingueva quella bellissima ragazza dagli occhi blu. Non aveva amici e neanche un amore, viveva in solitudine dentro la sua casa, l’unica amica era la musica classica che la faceva sognare, i suoi libri e il computer. Dietro quello schermo era una persona diversa, la persona che voleva essere e che non era. Riusciva a sorridere solo davanti allo specchio, la sua immagine riflessa la faceva stare bene, questo faceva impensierire la sua famiglia che comunque non criticò mai le sue scelte di vita, nemmeno quando dopo la laurea decise di andare a vivere da sola, trovarsi un lavoro e rendersi autonoma.