Gelido destino

13,00

Giulia del Giudice è una donna determinata, ostinata, idealista e una cardiologa di eccellenza. Vivere ogni giorno un’avventura diversa la porta ad accettare la vincita di un concorso come primario, presso l’ospedale “Villa Celeste” di Palermo. In serbo però, non c’è una carriera facile: difficoltà di integrazione, pazienti diffidenti, prepotenza e regole alla quale è obbligatorio sottostare. Ma Giulia non si lascia intimorire e la sua fermezza la spinge sempre più oltre fino a scoprire attorno alla struttura, l’esistenza di traffici di stampo mafioso. Una notte è convocata a salvare la vita a don Gaetano Mancuso detto il barone. L’uomo arriva al pronto soccorso in preda ad un infarto e le sue condizioni sono molto gravi. Non c’è tempo, Giulia deve fare del suo meglio. Il barone è devoto a Cosa nostra, erede del fratello don Mimì morto in un incidente: è il nuovo capo della Cupola; per lui ogni regola esula le abituali, gli sono così assegnate, le cure domiciliari. Giulia è il medico che dovrà seguirlo entrando così in contatto, con la famiglia e la criminalità organizzata. Il nuovo direttore sanitario è un uomo che ostenta con tracotanza la sua prepotenza e Giulia intende scoprire se è implicato con le dimissioni improvvise del suo predecessore e con la famiglia dei Mancuso. Non è sola; con lei il collega e amico Cosimo, Angela e il colonnello dei carabinieri Corrado Grieco. Il gioco è pericoloso, la posta è alta, ma la loro unione è pronta a sfidare ogni realtà compresa quella cruda degli uomini d’onore. Un imprevisto le sconvolge la vita: l’incontro con Antonio Mancuso, figlio del barone.

COD: 9781092318990 Categorie: , , , ,

Descrizione

Giulia del Giudice è una donna determinata, ostinata, idealista e una cardiologa di eccellenza. Vivere ogni giorno un’avventura diversa la porta ad accettare la vincita di un concorso come primario, presso l’ospedale “Villa Celeste” di Palermo. In serbo però, non c’è una carriera facile: difficoltà di integrazione, pazienti diffidenti, prepotenza e regole alla quale è obbligatorio sottostare. Ma Giulia non si lascia intimorire e la sua fermezza la spinge sempre più oltre fino a scoprire attorno alla struttura, l’esistenza di traffici di stampo mafioso. Una notte è convocata a salvare la vita a don Gaetano Mancuso detto il barone. L’uomo arriva al pronto soccorso in preda ad un infarto e le sue condizioni sono molto gravi. Non c’è tempo, Giulia deve fare del suo meglio. Il barone è devoto a Cosa nostra, erede del fratello don Mimì morto in un incidente: è il nuovo capo della Cupola; per lui ogni regola esula le abituali, gli sono così assegnate, le cure domiciliari. Giulia è il medico che dovrà seguirlo entrando così in contatto, con la famiglia e la criminalità organizzata. Il nuovo direttore sanitario è un uomo che ostenta con tracotanza la sua prepotenza e Giulia intende scoprire se è implicato con le dimissioni improvvise del suo predecessore e con la famiglia dei Mancuso. Non è sola; con lei il collega e amico Cosimo, Angela e il colonnello dei carabinieri Corrado Grieco. Il gioco è pericoloso, la posta è alta, ma la loro unione è pronta a sfidare ogni realtà compresa quella cruda degli uomini d’onore. Un imprevisto le sconvolge la vita: l’incontro con Antonio Mancuso, figlio del barone.

Informazioni aggiuntive

Titolo

Gelido destino

ISBN

9781092318990

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.